**english version following

Dewey Dell è una compagnia di danza formatasi nel 2007 a Cesena dall’unione di quattro ragazzi: Agata, Demetrio, Teodora Castellucci ed Eugenio Resta. I quattro fondatori della compagnia hanno attitudini spiccate in ambiti nettamente diversi e questo li porta ad occuparsi in maniera prioritaria di aspetti specifici del lavoro, senza per questo rinunciare a una costante modellatura collettiva dei materiali. Dal 2007 Dewey Dell ha creato 'à elle vide' (2007), 'KIN KEEN KING' (2008), 'Baldassarre' (2009), 'Cinquanta Urlanti Quaranta Ruggenti Sessanta Stridenti' (2010), 'Grave' (2011/12), 'Marzo' (2013) e diverse forme di live concert e musica elettronica. Nel 2017 Dewey Dell crea 'Sleep Technique', in collaborazione con Massimo Pupillo del gruppo musicale Zu per la creazione della colonna sonora, e 'Deriva Traversa', un solo di danza accompagnato da un coro di voci eseguito dal vivo. Nel 2018 crea e presenta 'I am within'. Attualmente divisa tra Berlino, Cesena e Vilnius la compagnia sta lavorando a nuove forme di sperimentazione legate alla danza che possano coinvolgere forme d'arte tra loro diverse.

Dewey Dell is an Italian company born in 2007 and now based in Cesena/Italy, Berlin and Vilnius. The four members are Teodora, Demetrio, Agata Castellucci and Eugenio Resta. They have strong skills in different areas. This took each of them to give priority to a specific aspect of the work, without giving up a collective modeling of materials. Since 2007 Dewey Dell has created different works: 'à elle vide' (2007), 'KIN KEEN KING' (2008), 'Baldassarre' (2009), 'Cinquanta Urlanti Quaranta Ruggenti Sessanta Stridenti' (2010), 'Grave' (2011/12), 'Marzo' (2013) and various forms of live concert. In 2017 Dewey Dell created 'Sleep Technique', in collaboration with Massimo Pupillo from the band Zu for the creation of the score, and a solo dance work, entitled 'Deriva Traversa'. In 2018 they present 'I am within'. The name Dewey Dell is a tribute to Faulkner and to the young girl of 'As I lay dying', under whose look the company prepares itself to wander towards the abyss.

ph. by Giulio Callegaro